NEWS

La scelta del parquet

È un dato di fatto che l’acquisto e la vendita di pavimenti in legno si svolge sempre più spesso nelle rivendite di ceramiche. Il venditore di sala mostra è abituato a classificare i pavimenti e le piastrelle in base alla “scelta”. Il criterio di scelta della ceramica indica la sua qualità evidenziando un prodotto di seconda o terza scelta come un prodotto con difetti di calibro o estetici.

Per il Parquet molto spesso si associa erroneamente lo stesso criterio.

In realtà nei pavimenti in legno si parla di “Classi di Aspetto” e i parametri variano in base alla specie legnosa.

Infatti per il parquet non è ammissibile una difettosità di calibro e trattandosi di prodotti naturali, non si può parlare nemmeno di difetto estetico. Determinate caratteristiche estetiche possono essere apprezzate in maniera differente in base ai differenti gusti soggettivi.

 

La norma UNI EN 13226 che regola il concetto di  “classe di aspetto” , a seconda della specie legnosa considerata, sostituisce la norma italiana U40.05.258.0: 1997 basata sulla qualità e sulla scelta.

La normativa distingue quattro differenti classi di aspetto. Le prime tre sono identificate con i tre simboli geometrici: cerchio, triangolo e quadrato.  A queste segue una “classe libera” che rappresenta una particolare selezione offerta dal produttore o richiesta dall’acquirente.

 

Di seguito riportiamo le tabelle attualmente in vigore:
Classificazione di aspetto per altri legni di latifoglie:

Faccia dell’elemento

Aspetto

CLASSE

Alburno sano

Non consentito

Consentito

Consentite tracce leggere

Nodi sani e aderenti

Consentiti se:
diametro ≤ 2mm se non raggruppati

Consentiti se:
diametro ≤ 5mm se non raggruppati

Tutte le caratteristiche sono consentite senza limiti di dimensioni o quantità se non compromettono la resistenza o la qualità di resistenza all’usura delle pavimentazioni di legno

Nodi marci

Consentiti se:
diametro ≤ 1mm se non raggruppati

Consentiti se:
diametro ≤ 2mm se non raggruppati

Cretti (setolature)

Non consentiti

Non passanti.
Consentiti se la larghezza è ≤ 0,5% della larghezza dell’elemento

Inclusioni di corteccia

Non consentite

Non consentite

Colpo di fulmine

Non consentito

Non consentito

Deviazione della fibratura

Consentita,
nessun limite

Consentita,
nessun limite

Variazione di colore

Consentita.
Consentite leggere tracce di scolorimento naturale (linee minerali)

Consentita

Raggi parenchimatici (specchiature)

Consentiti

Consentiti

Alterazione biologica

Non consentita

Non consentita

Non consentita,
a eccezione dell’azzurramento e della moschettatura

Parti non visibili

Tutte le caratteristiche sono consentite senza limiti di dimensioni o quantità se non compromettono la resistenza o la qualità di resistenza all’usura delle pavimentazioni di legno. Nella classe “cerchio” l’alburno sano è consentito se in un angolo e fino al 50% dello spessore dell’elemento.

Classificazione di aspetto per Quercus supp.(quercia):

Faccia a Vista

Aspetto

CLASSE

Alburno sano

Non consentito

Consentito

Consentite tracce leggere

Nodi sani e aderenti

Consentiti se:
diametro ≤ 8mm

Consentiti se:
diametro ≤ 10mm

Tutte le caratteristiche sono consentite senza limiti di dimensioni o quantità se non compromettono la resistenza o la qualità di resistenza all’usura delle pavimentazioni di legno

Nodi marci

Consentiti se:
diametro ≤ 1mm

Consentiti se:
diametro ≤ 5mm

Cretti (setolature)

Non consentiti

Consentiti fino a
15mm di lunghezza

Inclusioni di corteccia

Non consentite

Non consentite

Colpo di fulmine

Non consentito

Non consentito

Deviazione della fibratura

Consentita,
nessun limite

Consentita,
nessun limite

Variazione di colore

Consentita leggera variazione

Consentita (a)

Raggi parenchimatici (specchiature)

Consentiti

Consentiti

Alterazione biologica

Non consentita

Non consentita

Non consentita,
a eccezione dell’azzurramento e dei fori neri da insetti (moschettatura)

Faccia non a Vista

Tutte le caratteristiche sono consentite senza limiti di dimensioni o quantità se non compromettono la resistenza o la qualità di resistenza all’usura delle pavimentazioni di legno.
L’alburno sano è consentito dalla controfaccia fino alla parte superiore dell’incastro maschio senza considerare i limiti definiti per la faccia.

(a) Quercia bruna

Ultime news

Condividi

Menu