NEWS

Il pavimento in legno è adatto anche all’esterno

L’aumento di metri quadrati installati ogni anno di pavimentazioni per esterno in legno è certamente un dato di fatto. È altrettanto vero che si tratta di  una tipologia di prodotto considerata ancora “nuova” e quindi su di essa c’è perplessità e poca conoscenza e di conseguenza dubbi per la sua durata nel tempo.
È il caso di dire che i dubbi sulla sua durata sono infondati : E le imbarcazioni allora? Pensate un attimo al pontile e alle strutture portanti di una nave… Di che materiale sono fatti?
Con le giuste tipologie e con i giusti accorgimenti possiamo avere il piacere e il calore inimitabile del pavimento in legno anche all’esterno.
È necessario però precisare che le specie legnose non sono tutte biologicamente uguali e che solo alcune resistono allo stress provocato da una continua esposizione agli agenti atmosferici. In commercio possiamo trovare  essenze come TeaK,  Cumarù, Garapa, Ipè larice e ancora altre. Tra queste quella di riferimento per le pavimentazioni da esterno è di certo il Teak Asiatico che unisce un elevata elasticità e durata ad una resa estetica da sempre molto apprezzata da architetti e arredatori.

È importante sottolineare che oltre alla scelta della specie botanica è fondamentale il processo di essiccazione e di lavorazione del materiale destinato a diventare un decking per esterno. Un buon legno male essiccato avrà sicuramente un cattivo risultato sai in termini di durata sia di funzionalità che di resa estetica.
L’essiccazione, meglio se eseguita in forni controllati elettronicamente a ventilazione forzata, dovrà garantire un gradiente umido del 18% con una tolleranza del 2%; La presenza di una superficie antiscivolo garantisce grip in situazione di calpestio a piedi nudi o su superficie bagnata.  Entrambe le situazioni sono molto frequenti in bordi piscina, nelle vicinanze di litorali balneari o sulle terrazze, luoghi in cui il pavimento in legno offre dei plus superiori a qualsiasi ceramica o prodotto sintetico sia dal punto di vista estetico sia tecnico con un minor surriscaldamento dovuto all’esposizione solare e un più rapido raffreddamento della superficie durante le ore più fresche.

Nota Tecnica Horizon Decking:
Il Decking Horizon viene fornito con fresatura femmina/femmina su lato lungo e maschio/femmina su lato corto. È possibile eseguire l’installazione del materiale tramite utilizzo di clips a montaggio nascosto o tramite viti a vista (si raccomanda in acciaio inox) su correntini in legno della stessa essenza o di essenza avente peso specifico superiori.
Il montaggio con viti a vista garantisce maggiore garanzia di stabilità.
Si raccomanda interasse dei magatelli non superiore ai 30/35cm., di distanziare i listoni su lato lungo di 4-5mm. e di montare il lato antiscivolo a vista.
Si consiglia il trattamento sia dei magatelli sia del decking prima dell’istallazione con olio non filmogeno su tutte e quattro le facce del materiale.
Seguito movimenti igroscopici potrebbe insorgere una presenza anche accentuata di cretti, arcature, falcature, svirgolamento e imbarcamento, ritiri e rigonfiamenti e una variazione del colore da quello originale al grigio.
Raccomandiamo una manutenzione sulla faccia a vista con olio non filmogeno in maniera sistematica in base all’esposizione agli agenti atmosferici che potrebbero alterare colore, caratteristiche dimensionali e tecniche. L’incidenza degli agenti atmosferici potrebbe richiedere da parte del committente anche trattamenti molto frequenti.

Il trattamento potrà garantire una durata più lunga della pavimentazione e quindi rallentare il processo di ingrigimento e degrado strutturale del materiale oltre che l’insorgere di muffe e funghi.

Tutti i rivestimenti lignei per uso esterno (decking e clading), non sono disciplinati da alcuna norma comunitaria tecnica di riferimento, ne per quanto riguarda le tolleranze costruttive, i criteri di valutazione in posa e neppure per le caratteristiche prestazionali di conformità.

Per questo la presente nota tecnica è frutto della personale esperienza della Parketipi Srl.

La Parketipi, sempre attenta anche al rispetto dell’equilibrio delle foreste, ha inserito nella sua gamma per esterno “Horizon” un Teak Brasiliano proveniente da foreste a coltivazione controllata, unendo cosi la bellezza, le qualità e la stabilità intrinseche di un Teak ad un prodotto che rispetta la natura e l’uomo.

Ultime news

Condividi

Menu